Sblocca il Bootloader sul tuo Pixel 2 o Pixel 2 XL | Androide | smartcity-telefonica.com

Sblocca il Bootloader sul tuo Pixel 2 o Pixel 2 XL



Root, TWRP, Xposed, Magisk, ROM personalizzate - prima di poterne avere uno, la prima cosa che dovresti fare è sbloccare il tuo bootloader. Per fortuna, Pixel 2 e Pixel 2 XL sono alcuni dei telefoni più modder in circolazione, quindi è sufficiente inviare un singolo comando fastboot per sbloccare il bootloader.

Per chi non lo sapesse, il bootloader è un software sul tuo telefono che carica il sistema operativo principale - pensa come BIOS per Windows. Ma per impostazione predefinita, il bootloader caricherà solo i file del firmware ufficiale dal dispositivo OEM, il che significa che non è possibile eseguire il flash delle immagini di recupero personalizzate come TWRP per facilitare altre mod di root. Sbloccando il bootloader, tuttavia, è possibile eseguire il flash dei file firmware desiderati.

Un metodo root funzionante per Pixel 2 e Pixel 2 XL è appena diventato abbastanza stabile da provare, ma come sempre, il primo passo è sbloccare il bootloader. Quindi, se sei interessato, parlerò del processo di sblocco del bootload in dettaglio qui sotto. Anche se sei un principiante, questo dovrebbe essere facile - purché segui attentamente le istruzioni.

  • Da non perdere: Elenco dei telefoni con Bootloader sbloccabili

Di cosa avrai bisogno

  • Pixel 2 o Pixel 2 XL dal Google Store o Project Fi
  • Mac o computer Windows
  • Cavo dati USB

Avvertenze

  • Lo sblocco del bootloader cancellerà il tuo dispositivo.
  • Il tuo telefono ora fallirà SafetyNet, ma Magisk può risolvere questo problema (in futuro).
  • Questo metodo non lo farò lavorare su Pixel 2 modelli acquistati da Verizon.
  • Lo sblocco del bootloader non annulla la garanzia di Pixel 2 o Pixel 2 XL.

Passaggio 1: abilitare le opzioni sviluppatore

Innanzitutto, è necessario abilitare il menu Opzioni sviluppatore nascosto sul telefono in modo da poter abilitare un'impostazione che consenta lo sblocco del bootloader. Per iniziare, dirigetevi verso Info sul telefono menu in Impostazioni, quindi scorrere verso il basso e toccare la voce "Numero build" sette volte in rapida successione. Verrà visualizzato un messaggio che indica "Congratulazioni, ora sei uno sviluppatore!"



Passaggio 2: abilitare lo sblocco OEM

Quindi, torna indietro di un livello verso il Info sul telefono di nuovo, e ora vedrai il menu "Opzioni sviluppatore", quindi selezionalo. Da lì, attiva lo switch accanto all'impostazione "Sblocco OEM".



Da qui, ti verrà chiesto di confermare il PIN o la password della schermata di blocco. Dopo averlo fatto, tocca "Abilita" nel popup di conferma e il tuo telefono sarà ora in grado di accettare il comando Fastboot che sblocca il bootloader.



Passaggio 3: avviare la modalità Bootloader e connettersi al computer

Successivamente, è il momento di mettere il telefono in modalità bootloader. Puoi farlo con un comando ADB, ma c'è un modo ancora più semplice: riavvia il telefono e quando lo schermo diventa nero, tieni premuto il pulsante del volume giù. Entro pochi secondi, sarai accolto dal menu del bootloader, che assomiglia a questo:


Una volta che hai fatto in modalità bootloader, non preoccuparti di premere alcun tasto sul tuo telefono. Lasciatelo sullo schermo illustrato alla fine della GIF sopra, quindi collega il telefono al computer con un cavo dati USB.

Passaggio 4: installare Fastboot sul computer

Sul tuo computer ora, è il momento di installare ADB e Fastboot. Ti consigliamo di installare l'ultima versione ufficiale di Google, in quanto esiste un nuovo comando che gli strumenti meno recenti come Minimal ADB e Fastboot non hanno ancora. Quindi se non lo hai già fatto, vai questa guida per istruzioni complete sulla configurazione.

Passaggio 5: aprire una finestra di comando

Questa parte successiva è dove la maggior parte della gente lotta con ADB e Fastboot: Ottenere una finestra di comando aperta alla directory corretta.

Il modo più semplice che ho trovato per fare questo è quello di individuare il platform-tools cartella all'interno della directory di installazione di ADB e Fastboot. Per gli utenti Windows, di solito si può trovare su C: Programmi (x86) Android android-sdk piattaforma-strumenti. Per gli utenti Linux e Mac, la posizione della cartella varia, quindi utilizzare la funzione di ricerca del computer per trovare il platform-tools cartella.

Una volta trovato il platform-tools cartella, copiare la posizione dalla barra degli indirizzi nella parte superiore del browser di file (ad es., Windows Explorer). Quindi, apri un prompt dei comandi o una finestra di terminale. Su Windows, premi il tasto Windows sulla tastiera, quindi digita "cmd" e premi invio per farlo. Su Linux o Mac, apri "Terminale" dalla cartella Applicazioni.

Una volta aperta la finestra di comando, dovrai modificare le directory in platform-tools cartella prima di poter inviare il comando Fastboot per sbloccare il bootloader. Per fare ciò, digita "cd" (senza virgolette) seguito da uno spazio, quindi incolla il percorso del file per il tuo platform-tools cartella:


Passaggio 6: sbloccare il Bootloader

Con il prompt dei comandi o il terminale ora aperto alla cartella giusta, è facile sbloccare il tuo bootloader. Per i possessori di Pixel 2, digita il seguente comando, quindi premi invio:

sblocco lampeggiante veloce

Per i possessori di Pixel 2 XL, ti consigliamo di utilizzare un comando diverso. L'uso del comando precedente ti consentirà di flashare immagini personalizzate come TWRP, ma non sarai in grado di eseguire il flash di una nuova immagine del bootloader a meno che non usi questo comando più recente. Quindi inserire il seguente testo nel prompt dei comandi, quindi premere invio:

fastboot lampeggiante unlock_critical

Nota: gli utenti di Linux, Mac e Windows PowerShell dovranno aggiungere un punto e una barra nella parte anteriore dei comandi sopra elencati (ad es., "./Fastboot flashing unlock").


Una volta inviato il comando sopra, il telefono dovrebbe apparire con un nuovo menu. Utilizzare i tasti del volume per evidenziare l'opzione "Sblocca il bootloader" in questo menu, quindi premere il pulsante di accensione per selezionarlo.


Da qui, se utilizzi un Pixel 2 XL, dovrai inviare il normale comando di sblocco del bootloader oltre al comando "unlock_critical". Quindi digitare il seguente comando per terminare il processo di sblocco del bootloader, quindi premere invio:

sblocco lampeggiante veloce

A questo punto, sia che tu stia usando Pixel 2 o Pixel 2 XL, la finestra di comando dovrebbe leggere "OKAY". In tal caso, assicurarsi che l'opzione "Start" sia evidenziata nel menu del bootloader (in caso contrario, utilizzare i tasti del volume per evidenziare "Start"), quindi premere il pulsante di accensione per selezionarlo.

Non appena selezioni "Start", il telefono si cancellerà automaticamente e il tuo bootloader sarà sbloccato. Ora puoi scollegare il telefono dal tuo computer, ma tieni presente che la prima volta che il tuo dispositivo si avvia dopo aver sbloccato il bootloader richiederà più tempo del solito.

Una volta che il telefono ha terminato l'avvio, andare avanti e ripetere l'installazione iniziale. Quando avrai finito, sarai pronto per iniziare a visualizzare immagini personalizzate come TWRP non appena saranno disponibili!

Avete domande su questo intero processo? Se è così, faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto, e faremo del nostro meglio per guidarti nella giusta direzione.

Da non perdere: i 5 migliori telefoni per il rooting e il modding

  • Segui Gadget Hacks su Facebook, Twitter, Google+, YouTube e Instagram
  • Segui WonderHowTo su Facebook, Twitter, Pinterest e Google+
Immagine di copertina e screenshot di Dallas Thomas / Gadget Hacks

Articolo Precedente

Ometti i tag HTML opzionali per migliorare la velocità del tuo sito e il ranking di Google

Articolo Successivo

Porta i gadget del desktop a Windows 10