Installa il tuo Samsung Galaxy Note 3 con un semplice clic utilizzando Windows | Smartphone E Tablet | smartcity-telefonica.com

Installa il tuo Samsung Galaxy Note 3 con un semplice clic utilizzando Windows



Per liberare tutto il potenziale del tuo Samsung Galaxy Note 3, devi sradicarlo. Al giorno d'oggi, è più facile che mai e può essere fatto semplicemente collegando il dispositivo a un computer Windows e premendo un pulsante. È così facile, tua nonna potrebbe farlo, quindi cosa ti impedisce?

Dopo aver eseguito il root, assicurati di seguire le nostre guide per migliorare la tua esperienza con Note 3 di mettendo le velocità dei dati nella barra di stato, aggiungendo le tue app preferite alla finestra pennae altro ancora. Puoi anche fare il check-out root hack e Modifiche Xposed su Galaxy Note 2 softModder, la maggior parte dei quali funzionerà sul tuo Note 3.

Per rendere il rooting ancora più facile per te, ho intenzione di delineare l'intera procedura proprio qui. Anche se si tratta di un processo di rooting con un solo clic, sono coinvolti alcuni elementi iniziali, come il backup e l'installazione del software Kingo con un clic sul PC Windows.

Aggiornare: È disponibile un nuovo metodo di root ed è più semplice che mai: nessun cavo, nessun computer. Tutto ciò di cui hai bisogno è un'app e sarai radicato in meno di un minuto. Controlla qui la guida.

Questo metodo funziona per Android 4.3 e versioni successive.

Passaggio 1: backup (facoltativo)

Per precauzione, eseguire il backup dell'intero dispositivo con il software Samsung Kies nel caso in cui qualcosa vada storto con il processo di rooting.

Passaggio 2: controlla il cavo USB

Tieni presente che gli eventi più comuni di tentativi di rooting falliti derivano da un cavo USB logoro o scollegato e una batteria scarica, quindi assicurati che il cavo sia saldamente collegato e che tu abbia almeno il 50% di batteria rimanente prima di continuare.

Passaggio 3. Abilita il debug USB

Oltre a controllare il cavo USB e l'alimentazione, vai su impostazioni -> Generale -> Opzioni dello sviluppatore e controlla Debug USB in modo che il tuo telefono possa connettersi correttamente al tuo computer.



Se non si dispone di opzioni di sviluppo, andare a impostazioni -> Generale -> Informazioni sul dispositivo e tocca 7 volte su Numero di build per poter sbloccare le opzioni dello sviluppatore.

Passaggio 4: installa Kingo sul tuo PC

Ora scarica il Kingo software sul tuo computer Windows, esegui il Android_Root.exe file e seguire tutte le istruzioni per installarlo correttamente sul tuo computer Windows.

Passaggio 5: eseguire il root con Kingo

Una volta installato, apri Kingo e collega il tuo dispositivo, che l'applicazione riconoscerà immediatamente, dandoti il ‚Äč‚Äčnome del dispositivo e il numero del modello. Vedrai alcune note sul processo di root e lo stato della tua root nell'angolo in alto a sinistra.

Una volta che sei pronto per eseguire il root del tuo Note 3, fai clic sul grande, cattivo RADICE pulsante. Il programma inizierà quindi a funzionare con la sua magia, con l'intero processo che richiede circa cinque minuti.


Passaggio 6: Installa MtkCamera sul tuo Note 3

Durante il processo di rooting, il dispositivo ti chiederà automaticamente di installare un'applicazione chiamata MtkCamera, che è l'exploit utilizzato per ottenere l'accesso di root attraverso il processore.

Assicurati che "Ho capito che questa app potrebbe essere pericolosa" è spuntata e colpita Installare pulsante per procedere. Non preoccuparti, questo file è totalmente sicuro e assolutamente necessario per il root.


Il dispositivo verrà riavviato.

Passaggio 7: verificare lo stato di root

Quando il tuo Note 3 si riavvia il processo è completo, e Kingo dirà sul tuo PC che la root ha avuto successo. Ora dovresti vedere il SuperSU app sul dispositivo, che concede le autorizzazioni alle applicazioni che richiedono l'accesso root.

Inoltre, è possibile scaricare Root Checker gratuitamente da Google Play per verificare lo stato appena rootato.



Okay, quindi tutto sommato, questo non era esattamente il rooting "one-click" (è più simile a "two-click" a causa dell'exploit MtkCamera, o tecnicamente "one-click, one-tap"), ma è molto più semplice di quanto pensassi, giusto?

Passaggio 8: esplora le funzionalità di sola root

Ora che sei entrato nel mondo dei dispositivi rooted, disattiva le fastidiose funzionalità come le notifiche persistenti, attiva le funzionalità nascoste o ripristina le funzionalità che ti mancano. E naturalmente, ora tutti i mod Xposed di cui hai sentito parlare sono a portata di mano. Godere.

Articolo Precedente

C'è una caratteristica nascosta in Nougat che dà al tuo telefono Android o tablet un'esperienza simile al desktop

Articolo Successivo

Utilizzare le app e il software su uno smartphone HTC HD7 Windows Phone 7